logo

Le ragazze e i ragazzi della II H in “The Theory of Evolution “

Un progetto coordinato dalla  prof.ssa  di Scienze Rosa Caringella
con la partecipazione delle docenti di Inglese, Religione e Italiano


Scritto e interpretato con interesse, entusiasmo ma  soprattutto spirito d’iniziativa e autonomia dalla II H


Il lavoro di ricerca pluridisciplinare “The Theory  of Evolution “, condotto dalle ragazze e dai ragazzi della II H nell’anno scolastico 2015-16,  ha avuto come prodotto finale l’esecuzione di un video, totalmente curato dagli stessi alunni.


Punto di partenza è stata l’individuazione di un tema comune da parte delle docenti, tema che fosse di natura scientifica, data la specificità del nostro Liceo, e che si prestasse ad un approccio multidisciplinare, in un’ottica CLIL.  La Coordinatrice, Prof.ssa Caringella, ha suggerito il tema, trovando l’adesione delle docenti d’Inglese, di Italiano e di Religione. Il tema e il lavoro di ricerca pluridisciplinare sono stati, quindi, proposti alla classe, che ha aderito subito con interesse, entusiasmo e, soprattutto, spirito d’iniziativa e autonomia.

Si potrebbe meglio definire questo lavoro come avvio al CLIL, più che CLIL in senso stretto, in quanto si è partiti dallo studio dell’argomento durante le ore di Scienze,  in lingua italiana, e non direttamente in lingua inglese. Per contro, molte sono state le tecniche proprie della metodologia CLIL adottate dai discenti:

  • organizzazione in gruppi di lavoro, con compiti specifici all’interno di ciascun gruppo;
  • ricerca del materiale da fonti cartacee e multimediali, anche direttamente in lingua inglese;
  • cooperative learning e peer correction;
  • produzione di video totalmente in lingua inglese.


Si specifica che le docenti d’Italiano e di Religione  hanno dato indicazioni e suggerimenti iniziali rispetto ai contenuti da ricercare, ma hanno poi lasciato che gli alunni proseguissero da soli, confrontandosi tra loro, nel reperire e selezionare il materiale.  Similmente, la docente d’Inglese ha rivisto la produzione scritta in lingua, ma evitato di ipercorreggere lo speaking, mirando in primo luogo al coinvolgimento di tutti gli alunni, così da favorire la motivazione a partecipare e misurarsi con la creazione di un prodotto in lingua.

Gli alunni hanno organizzato, registrato e montato il video, con pazienza e passione, acquisendo o sviluppando abilità e competenze trasversali. Pertanto, il video messo a punto con grande impegno dagli alunni della II H è da intendersi come punto d’arrivo di un lavoro pluridisciplinare portato avanti nell’anno scolastico, ma anche come “work in progress”: un lavoro a cui ritornare quando, nel triennio, avranno acquisito, oltre che abilità linguistiche più avanzate, anche quelle conoscenze in ambito letterario, storico e filosofico che consentiranno loro una trattazione più consapevole degli argomenti coraggiosamente affrontati in questo video.